Torna alla lettura
"Home Page"
 

Istituto Nazionale di Studi dell'Esperienza Umana

(Associazione Culturale)

PRESENTAZIONE DELL'ENTE

 

L'Ass. I.N.S.E.U. è nata dall'unione di un gruppo di persone che trovano un unico interesse nello sviluppo e potenziamento delle risorse umane, abbracciando pensieri diversi che spingono alla ricerca continua della "magia umana" ma che convergono inequivocabilmente verso un unico importante consistente valore:

L'ESISTENZA UMANA

 

L'approccio olistico, che accomuna i soci dell'associazione I.N.S.E.U., vuole essere un invito a guardare l'essere umano nella sua interezza per comprendere meglio le specificità che lo compongono, aggiungendo quindi valore  al dettaglio,  che è considerato importante, ma comunque sempre parte integrante ed imprescindibile di un intero.

La scelta del logo e del nome sono quindi consequenziali al principio fondante  su cui l'Associazione I.N.S.E.U. si è basata per dare vita al suo organismo socioculturale, educativo, informativo e formativo e, tendono a mettere in risalto, gli aspetti materiali ed immateriali dell'universalità umana.

 

IL LOGO

Secondo alcuni studi, il disegno di Leonardo Da Vinci, mette in evidenza proprio i due aspetti materiali ed immateriali dell'Essere Umano.

L'uomo, raffigurato all'interno delle due figure geometriche, porta in sè, contemporaneamente, il centro del cerchio e del quadrato:

 

A) in corrispondenza del suo ombelico (aspetto spirituale, immateriale dell'uomo), troveremo il centro del cerchio;

 

B) in corrispondenza dei suoi genitali, (aspetto fisico, materiale dell'uomo) troveremo il centro del quadrato.

 

 

Nella ricerca di un logo che rappresentasse al meglio lo spirito che muove i soci dell'Ass. I.N.S.E.U., all'uomo Vitruviano di Leonardo Da Vinci, identificato altresì quale icona del pensiero occidentale, è stato sovrapposto un altro simbolo che rappresenta la civiltà orientale, il TAO.

 

Il pensiero "taoista" (che possiamo associare al pensiero confuciano) prevede l'esistenza di un'armonia universale in cui sono legati i tre livelli del cosmo: terra, uomo, cielo.

E' rilevante osservare come il pensiero orientale manifesti punti di fusione con quello occidentale, per cui diventa evidentemente impossibile prescindere dal considerare l'uomo al centro di qualsiasi cosa lo stesso possa rappresentarsi.

Ed anche nel pensiero taosita, troviamo l'essere umano come parte di collegamento tra il cielo e la terra e parte integrante dell'una e dell'altro. Così come, anche nel disegno di Leonardo, troviamo l'uomo come parte integrante di un sistema universale fatto di materia e non materia.

La particolarità del TAO, sta altresì nella composizione della sua figura integrale, dove possiamo notare al suo interno, altre due forme a "goccia", come  fossero "abbracciate" l'una all'altra. All'interno di esse, troviamo qualcosa che rappresenta in qualche modo la totalità della figura opposta.

 

Questo simbolismo disegna molto bene ciò che l'uomo conosce come verso ed inverso o se volete, gli opposti.  Le due "gocce", di colore diverso (bianco/nero) che compongono l'intero della figura circolare del TAO, sono chiamate con il nome di YANG (bianco) e YIN (nero).

 

Il messaggio che se ne ricava dal simbolo del TAO è che ogni cosa è indipendente dall'altra, ma, in stretto collegamento all'altra e contiene in Sé il "seme" dell'altra metà.

 

Nell'accostamento con l'umano, possiamo dire che la donna è YIN e l'uomo è YANG. Entrambi possono vivere indipendentemente staccati l'uno dall'altra, portando però con Sé il seme l'uno dell'altra e per dare seguito alla propria specie e generare una nuova entità umana, hanno bisogno di unirsi tra loro.

 

 

 

 

Altro dato importante è la ricorrenza della forma geometrica del cerchio.

 

In ogni cultura umana, troviamo questa immagine come la rappresentazione della perfezione e, laddove viene da una parte indicata spiritualmente, quale forza divina di un'unica entità (religione) o di altri insiemi e individualità (cosmo), viene anche indicata da un punto di vista scientifico come perfezione delle forme da cui altre figure geometriche possono avere origine, ma non potrà mai verificarsi il contrario.

 

LA CORONA D'ALLORO

L'Alloro, già nell'antica Grecia, veniva utilizzato per incoronare personaggi considerati Geni, Eroi, Saggi. 

 

I ramoscelli di foglie di questa pianta venivano utilizzati per esaltare le individualità umane, ma venivano anche accostati, probabilmente per le sue caratteristiche di pianta sempre verde, all'Immortalità, alla Sapienza Divina.

 

E' considerata anche pianta della Metamorfosi e dell'Illuminazione.

 

La Corona di Alloro che abbiamo scelto per avvolgere la fusione dei due simboli (l'Uomo Vitruviano ed il TAO), vuole essere motivo di esaltazione e trionfo, appunto, dell'uomo e delle sue infinite potenzialità, quale unico vero conservatore capace di celare in Sé il mistero umano e la magia della sua esistenza.

Con l'unione di queste immagini, divenute simboli del concetto materiale ed immateriale dell'uomo ed inconfondibili icone delle culture occidentali ed orientali, intendiamo rappresentare il desiderio di condivisione nella ricerca, nello sviluppo e nel potenziamento delle risorse umane, finalizzati al raggiungimento di un benessere comune (sociale, individuale, fisico, spirituale, economico, ecc.) ed imprescindibile, a cui tutti gli esseri umani hanno il diritto di ambire.

IL NOME

Infine, la scelta del nome dell'Associazione non poteva discostarsi dal principio  per cui la stessa organizzazione è nata. 

E' evidente che, l'Essere Umano è il centro della nostra attenzione e del nostro interesse e, le attività statutarie che vengono svolte dall'Associazione stessa, marcano significativamente il passo verso la realizzazione di interventi mirati ad accrescere la coscienza e conoscenza individuale e collettiva, in un fantastico viaggio esperienziale da fare insieme e volto alla ricerca e allo sviluppo delle grandi potenzialità dell'Essere Umano.

Istituto Nazionale di Studi dell'Esperienza Umana

Torna al Menù della Pagina I.N.S.E.U.
Torna al Menù della Pagina I.N.S.E.U.
Torna al Menù della Pagina I.N.S.E.U.
 

 

STATUTO ASS. I.N.S.E.U.

 

Art. 1) E' costituita l'associazione apolitica e senza fini di lucro denominata "Istituto Nazionale di Studi dell'Esperienza Umana" (acronimo Ass. I.N.S.E.U.) con sede legale in località Tor San Lorenzo nel Comune di Ardea - 00040 (RM), Via Savuto 31, con deliberazione del Consiglio di Amministrazione potranno essere istituite ovunque altre sedi, filiali o rappresentanze.

 

Art. 2) I soci dell’associazione intendono promuovere:

a)      l’accrescimento della coscienza umana dell’importanza del proprio sé e della persona in genere, senza distinzioni di sesso, razza, cultura o religione;

b)      lo sviluppo ed il potenziamento delle risorse umane, attraverso lo studio e la ricerca della natura delle relazioni  umane, anche all'interno delle organizzazioni (istituzioni scolastiche, aziende, società sportive);

c)    il processo di miglioramento nell'uomo verso la costruzione di una personalità adulta e integrata, nel rispetto del proprio libero arbitrio individuale; per raggiungere tale obiettivi, concorreranno professionisti abilitati all'esercizio delle attività di “Counselor  nelle Relazioni di Aiuto” e regolarmente iscritti in registri nazionali conservati da Enti privati e Pubblici, censiti presso il CNEL (Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro) o altri Enti istituzionalmente riconosciuti;

d)   la formazione dei formatori, sia sul versante dell’evoluzione personale che su quello organizzativo: - gestione dell’aula; - trasmissione del proprio know how in maniera efficace; - conoscenza degli aspetti andragogico-cognitivi dell’apprendimento degli adulti; - motivazione, comunicazione e ascolto attivo; - analisi dei bisogni formativi organizzativi ed individuali; - progettazione dell’intervento formativo; - metodi didattici attivi ed esperienziali; - valutazione degli interventi di formazione.

e)      l’accrescimento delle conoscenze umane verso le tecniche comunicative più funzionali per il miglioramento della qualità delle relazioni interpersonali in ogni ambito, con particolare attenzione alle attività educative, istruttive e formative (individuali e  di gruppo-organizzazione);  

f)       il potenziamento della coscienza e l'importanza dello sviluppo armonico della propria mente, del proprio corpo e del proprio spirito, potenziando le capacità individuali dell'essere umano, attraverso tecniche, metodologie e discipline bionaturali, con particolare attenzione a: Yoga, Shiatsu, Ayurveda, Qi Gong, Tai Ji Quan, Training Autogeno, Programmazione Neuro Linguistica (PNL);

g)      la diffusione di una visione “olistica” dell'uomo, inteso nella sua interezza materiale ed immateriale;

h)      le iniziative delle scuole di “counseling”, riconosciute a livello nazionale e internazionale, e l’attività professionale del “counselor” nei suoi variegati settori di applicazione (individuale, di coppia, familiare, sanitario, scolastico, sportivo, estetico e  aziendale); 

i)        confronti e cooperazioni con altre organizzazioni nazionali ed internazionali che perseguono gli stessi scopi;

j)       realizzare e/o gestire strutture di accoglienza, orientamento e/o centri di aggregazione in cui sperimentare l’efficacia della proposta dell’Associazione;

k)      l’elaborazione, lo sviluppo e la programmazione di interventi formativi per gli adulti attraverso progetti EDA (Educazione degli Adulti) anche in collaborazione con le istituzioni, le parti sociali e le agenzie che sul territorio si interessano di educazione degli adulti o offrono servizi agli adulti (servizi per l'orientamento, per l'impiego e servizi sociali);

l)        l’iniziativa editoriale, realizzando un “periodico di informazione socioculturale educativa e formativa”, che tratti argomenti legati all’oggetto statutario dell’Associazione I.N.S.E.U.. L’editoriale potrà essere distribuito inizialmente sul territorio dell’agro pontino Romano dei comuni e nella provincia di Roma, quale copia omaggio e/o a pagamento, previa delibera del Consiglio di Amministrazione dell’Associazione I.N.S.E.U.;

 

Art. 2.1) L’associazione promuoverà incontri, riunioni, dibattiti, viaggi di studio, borse di studio, eventuali sportelli di ascolto, conferenze, partecipazione a bandi pubblici, corsi di formazione professionale per operatori, con l’ausilio tecnico-specialistico di medici, psicologi, psichiatri, neurologi, pedagogisti, counselor, sociologi, nutrizionisti, estetiste, naturopati, formatori, trainer, allenatori tecnico-sportivi e tutte quelle figure professionali che possono apportare conoscenze e competenze per il miglioramento della qualità della vita degli esseri umani verso uno stato di benessere psicofisicoemotivo e spirituale generale.

Particolare sarà l’attenzione delle attività dell’associazione verso il mondo dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Con queste istituzioni potrà stipulare convenzioni e rapporti di partnership. Per promuovere tali intendimenti sinteticamente descritti, l’associazione potrà svolgere tutte le attività che riterrà necessarie come sopra indicato. L’associazione per la realizzazione delle proprie attività statutarie potrà avvalersi di professionisti, siano essi soci o non soci, anche al fine dell’esercizio di attività medico-sanitarie.

Altre attività, esclusivamente strumentali al raggiungimento del fine dell’associazione, potranno essere:

svolgere, sia  in Italia che all’estero le proprie attività statutarie;

svolgere, sia in Italia che all’estero, attività immobiliari in genere;

acquistare, vendere, permutare e ristrutturare, prendere e dare in locazione immobili, contrarre mutui attivi e passivi nonché ipotecari;

compiere ogni operazione finanziaria o commerciale, con privati e Enti Pubblici e Istituti di Credito;

fare ed accettare donazioni, assumere direttamente ed indirettamente interessenze e partecipazioni in altre imprese o società, procedere a concentrazioni, fusioni e incorporazioni, dare fideiussioni e garanzie reali a favore di terzi;

 

Art. 3) L’associazione ha durata indeterminata e potrà sciogliersi in ogni momento, a norma dell’art.27 C.C.;

 

Art. 4) L’associazione si compone di soci fondatori, ordinari ed onorari. Possono essere soci le persone fisiche e giuridiche, comunque interessate agli scopi dell’associazione e che vi siano stati ammessi. Sono:

a)      soci fondatori coloro che risultano firmatari in calce al presente STATUTO;

essi non saranno chiamati a contribuire alle spese se non quando non vi siano altri mezzi di sostentamento per l’associazione.

b)      soci ordinari le persone fisiche e giuridiche che avendone fatta domanda, sono ammessi dal Consiglio di Amministrazione. Resta inteso che per le persone giuridiche la domanda di ammissione a socio deve essere presentata dal rappresentante legale dell’Ente richiedente congiuntamente alla presentazione della delibera del proprio consiglio di amministrazione o consiglio direttivo;

b.1)  soci ordinari coloro che aderendo al programma “MIND AND BODY PROGRAMME”, in qualità di utilizzatori o come sostenitori dell’iniziativa, avendone fatta domanda, sono ammessi ad insindacabile giudizio del Consiglio di Amministrazione;

i soci ordinari saranno chiamati a contribuire pro-quota alle spese dell’associazione.

c)      soci onorari coloro ai quali il Consiglio di Amministrazione attribuisca tale qualifica anche in virtù dei meriti personali della persona;

i soci onorari sono esonerati da qualsivoglia onere e contributo obbligatorio.

Tutti i soci, con esclusione degli oneri contributivi, hanno medesimi diritti e poteri. La qualità di socio da diritto a partecipare, con le modalità di volta in volta stabilite, alle iniziative promosse dall’associazione.

I contributi alle spese dell’associazione vengono deliberati dall’assemblea annualmente, in tale deliberazione si astengono i soci onorari.

 

Art. 5) la qualità di socio si perde per:

d)      scioglimento dell’associazione;

e)      decadenza;

f)       esclusione;

g)      morte;

h)      scioglimento della persona giuridica socia.

Potrà essere escluso dall’associazione, per deliberazione del Consiglio di Amministrazione, il partecipante che avesse violato ripetutamente gli obblighi assunti verso l’associazione e ciò senza pregiudizio di ogni altra azione di danni a suo carico. Nel caso di recesso, che deve essere comunicato in forma scritta al Presidente, l’associato resta comunque obbligato per le prestazioni già richieste comunque fornite.

La decadenza è deliberata dal consiglio di Amministrazione quando vengano a mancare nel socio i requisiti richiesti per l’ammissione. La decadenza deve essere comunicata per iscritto al socio e annotata sul libro soci, a decorrere con l’inizio dell’esercizio successivo. 

 

Art. 6) Sono organi dell’associazione:

a)      l’Assemblea;

b)      il Consiglio di Amministrazione;

c)      il Presidente;

d)      il Collegio Sindacale

 

ASSEMBLEA

 

Art. 7) Le assemblee ordinarie e straordinarie possono essere convocate anche fuori dalla sede sociale purché in Italia. L’assemblea dei soci delibera, tra l’altro, in merito:

a)     all’approvazione del bilancio;

b)    alla nomina del Consiglio di Amministrazione;

c)    alla nomina del Presidente, scelto tra i componenti del Consiglio di Amministrazione.

L’assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è convocata, oltre che nei casi e per gli oggetti previsti dalla Legge, ogni qualvolta l’organo amministrativo lo ritenga opportuno. Possono intervenire all’assemblea i soci iscritti nel libro soci almeno cinque giorni prima di quello fissato per l’adunanza.

 

Art. 8) Ciascun socio ha un solo voto, esso può farsi rappresentare nell’assemblea mediante delega scritta. Le deleghe, delle quali deve essere fatta menzione nel verbale, devono essere conservate dall’associazione. Spetta al Presidente dell’assemblea di constatare la regolarità delle deleghe ed in generale il diritto di intervento in assemblea.

 

Art. 9) La Presidenza dell’assemblea compete al Presidente e, in caso di assenza o impedimento, ad un presidente, anche non socio, nominato a maggioranza assoluta dei presenti.

Il Presidente nomina un Segretario, anche non socio.

Le deliberazioni devono risultare dal verbale firmato dal Presidente e dal Segretario. Nei casi di Legge ed inoltre quando il Presidente dell’assemblea lo ritenga opportuno, il verbale viene redatto da un Notaio.

 

Art. 10) L’assemblea è convocata a cura dell’organo amministrativo mediante avviso inviato a mezzo   di posta elettronica (vale la data di ricevuta di ritorno) ovvero, affiggendo l’avviso stesso nei locali della sede sociale almeno 15 giorni prima di quello fissato per l’adunanza. L’avviso dovrà contenere l’indicazione del giorno, dell’ora e del luogo della riunione nonché l’elenco degli argomenti da trattare. Sono valide le assemblee tenute con presenza delle totalità dei soci. L’assemblea ordinaria delibera con il voto favorevole di tanti soci che rappresentino la maggioranza dei soci; l’assemblea straordinaria delibera con voto favorevole di tanti soci che rappresentino almeno i due terzi dei soci.

 

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

 

Art. 11) I componenti dell’organo amministrativo composto da tre a cinque consiglieri:

a)      possono essere non soci;

b)      durano in carica, secondo quanto stabilito dall’assemblea all’atto della loro nomina, a tempo indeterminato, fino a revoca, ovvero per il periodo di volta in volta determinato dall’assemblea stessa.

 

Art. 12) Il Consiglio di Amministrazione si riunisce nella sede sociale tutte le volte che il Presidente o chi ne fa le veci lo giudichi necessario, o quando ne sia fatta richiesta dalla maggioranza degli amministratori in carica, oppure da due sindaci. La convocazione del Consiglio di Amministrazione sarà fatta con avviso di almeno cinque giorni prima, a mezzo posta elettronica (vale la data di ricevuta di ritorno) ovvero, affiggendo l’avviso stesso nei locali della sede sociale, indicante la data, l’ora, il luogo e l’ordine del giorno delle riunioni; nei casi di urgenza, con telegramma recante le indicazioni suddette, da spedirsi almeno due giorni liberi prima dell’adunanza.

Le riunioni di Consiglio sono presiedute dal Presidente, in sua assenza o impedimento, dal Consigliere nominato dal Consiglio stesso.

Per la validità delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione è necessaria la presenza degli Amministratori in carica. Le deliberazioni si prendono a maggioranza assoluta degli intervenuti, in caso di parità prevale il voto di chi presiede.

Le verbalizzazioni del Consiglio di Amministrazione e del Comitato Esecutivo, se nominato, devono risultare da verbali che, trascritti su apposito libro tenuto a norma di Legge, vengano firmati da chi presiede e dal segretario nominato di volta in volta anche tra gli estranei al Consiglio.

 

Art. 13) L’organo Amministrativo è investito dei più ampi poteri per l’amministrazione ordinaria e straordinaria dell’associazione e può quindi compiere tutti gli atti che ritenga opportuni  per l’attuazione ed il raggiungimento degli scopi sociali, esclusi soltanto quelli che la Legge o lo Statuto riservano all'Assemblea.

 

Art. 14) La rappresentanza dell’associazione compete al Presidente, senza limitazioni e ai membri del Consiglio di Amministrazione forniti di poteri delegati, nei limiti della delega.  L’organo Amministrativo può nominare Direttori Generali, Amministrativi e Tecnici, nonché procuratori speciali per singoli affari o per categorie di affari indicandone i poteri.

 

Art. 15) Agli Amministratori spetta solo ed eventualmente, il rimborso delle spese sostenute per ragioni del loro ufficio.

 

COLLEGIO SINDACALE

 

Art. 16) Il Collegio Sindacale viene nominato quando obbligatorio per Legge o quando la sua nomina è deliberata dall’assemblea ordinaria con il voto favorevole dei quattro quinti dei soci iscritti al libro dei soci, che ne disciplina anche il compenso. Per la composizione si richiama sempre il primo comma dell’art 2397 C.C.; ed il secondo comma, se espressamente voluto dall’assemblea che delibera la nomina del Collegio Sindacale.

 

Art. 17) L’Esercizio Economico va dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno, il primo esercizio si chiuderà il 31 dicembre 2009.

In considerazione che gli scopi dell’associazione escludono ogni fine di lucro, i partecipanti rimborseranno annualmente alla medesima tutte le spese del suo funzionamento.

Il Consiglio di Amministrazione potrà provvedere a formulare periodici preventivi, in base ai quali i partecipanti saranno tenuti alle eventuali anticipazioni, salvo conguaglio a rendiconto annuale.

Il Consiglio di Amministrazione redige un rendiconto annuale con le modalità previste dal Codice Civile per i bilanci delle Società di Persone, da sottoporre all’approvazione dell’assemblea dei soci.

Il Consiglio di Amministrazione potrà prevedere il versamento da parte di ciascun socio di un contributo, annuo o una-tantum, a fondo perduto; a titolo di anticipazione delle prestazioni  che verranno richieste.

 

PATRIMONIO SOCIALE – QUOTE

 

Art. 18) Il patrimonio dell’associazione è costituito:

a)      dai beni mobili ed immobili che diverranno di proprietà dell’associazione;

b)      da eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio;

c)      da eventuali erogazioni, donazioni, lasciti e simili.

L’associazione trae mezzi finanziari:

a)      dai contributi annuali dei soci ordinari;

b)   da introiti derivanti dall’attività dell’associazione, nonché da attività a cui essa partecipi;

c)      da sovvenzioni ed elargizioni di Enti, pubblici o privati, nonché di privati, purché offerte, in particolare nell’ultimo caso, con le necessarie garanzie di sostanza e di forma;

d)     da ogni entrata che concorra ad incrementare l’attivo patrimoniale dell’associazione.

 

Art. 19) Addivenendosi in qualunque tempo e per qualsiasi causa allo scioglimento dell’associazione, l’assemblea stabilirà le modalità della liquidazione, nominando il liquidatore o i liquidatori e determinandone i poteri. Con la volontà concorde di tutti i soci, potrà essere revocato lo stato liquidazione.

 

Art. 20) Il funzionamento dell’associazione, per quanto riguarda gli aspetti operativi e pratici della quotidiana operatività, potrà essere meglio disciplinato da un regolamento e/o codice deontologico  da approvarsi all’unanimità da tutti i componenti il Consiglio di Amministrazione.

 

Art. 21) Per quanto non previsto dal presente STATUTO valgono le norme dettate dal Codice Civile, al capo I° del Libro 1.

Tutte le eventuali controversie tra i soci e tra questi e l’associazione o i suoi organi, saranno sottoposte, in tutti i casi non vietati dalla Legge e con esclusione di ogni altra giurisdizione, alla competenza di un

Collegio di tre probiviri nominati all’uopo dall’assemblea; essi giudicheranno con equità e senza formalità di procedura. I loro lodo sarà inappellabile.

 

Art. 22) Come componenti del primo Consiglio di Amministrazione sono chiamati a svolgere l’incarico sino a revoca i Sigg.ri:

 

Massimo Catalucci, (Presidente);

Antonella Palmieri, (Vice Presidente);

Isabella Annunziata, (Tesoriere);

Maria Cristina Franceschi, (Consigliere);

Pierluigi Lando, (Consigliere).

Tor San Lorenzo (ARDEA), 29 luglio 2009

====================================

Aggiornamento Consiglio di Amministrazione

Massimo Catalucci, (Presidente);

Barbara Croce, (Vice Presidente);

Maria Cristina Franceschi, (Consigliere);

Antonella Palmieri, (Consigliere).

Tor San Lorenzo (ARDEA), 21 marzo 2017

 
Torna al Menù della pagina
I.N.S.E.U.
Torna alla lettura
"Home Page"
Torna al Menù della Pagina 
I.N.S.E.U."
Torna alla lettura
"Home Page"
 

RICHIESTA MODULO DI ISCRIZIONE

ASS. I.N.S.E.U.

Modalità di Iscrizione.

La compilazione della scheda qui sotto, non garantisce l'iscrizione all'Ass. I.N.S.E.U. wd è utilizzabile solo per la richiesta del Modulo di Iscrizione.

L'iscrizione sarà effettiva solo dopo l'approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione che risponderà al candidato attraverso la e-mail dallo stesso dichiarata nei contatti . 

 

Ci sono quattro tipi di soci:

 

1)  Soci Fondatori (persone che hanno dato vita all'Ass. I.N.S.E.U.)

 

2) Soci Ordinari (persone fisiche o giuridiche): chiunque, singola persona di qualsiasi estrazione sociale, culturale e/o religiosa, o associazioni "no profit" che si riconoscano negli intenti dell'Ass. I.N.S.E.U. e di quanto riportato nel suo STATUTO; Quota annuale Soci Ordinari: Persone fisiche €. 20,00 - Soci Ordinari: Associazioni "non profit" €. 200,00 (forfettaria e valida per tutti i soci dell'Associazione iscritta)

 

3) Soci Ordinari Professionisti (professionisti che svolgono attività legate all'oggetto statutario dell'Ass. I.N.S.E.U.). I soci Ordinari Professionisti possono promuovere, a loro discrezione, le loro attività professionali in convenzione con il nostro Ente, favorendo i nostri soci, con trattamenti economici esclusivi. La quota annuale dei Soci Ordinari Professionisti è pari a €. 50,00 ed ogni socio   usufruisce di una pagina web statica personale come quella di seguito indicata da questo link: PAGINA WEB PROFESSIONISTA I.N.S.E.U.

 

4) Soci Onorari  (persone o organizzazioni che hanno realizzato o promosso nella società e/o all'interno dell'Ass. I.N.S.E.U., progetti di rilievo, che meritano una particolare attenzione e menzione.   

Torna alla lettura
"Home Page"
Torna al Menù della Pagina 
I.N.S.E.U."
 
Richiesta Modulo di Iscrizione all'Ass. I.N.S.E.U.

Il/La Sottoscritto/a

chiede che gli/le venga inviato a mezzo e-mail, il modulo per inoltrare la propria iscrizione all'Ass. I.N.S.E.U.

 

N.B. I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori. Con l'invio del presente format di "Richiesta Modulo di Iscrizione all'Ass. I.N.S.E.U.", l'utente rilascia il consenso al trattamento dei propri dati personali qui indicati i quali verranno trattati esclusivamente per il servizio qui richiesto.

I dati personali non verranno rilasciati a terzi. Il responsabile dei dati personali qui raccolti è Ass. I.N.S.E.U. (Via Savuto 31- int. 1 - Tor San Lorenzo ARDEA - RM - 00040). Lutente può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dei propri dati personali conservati per questo servizio, inviando una mail con scritto "CANCELLAMI" all'indirizzo: ass.inseu@gmail.com

I dati personali rilasciati dall'utente attraverso questo modulo sono trattati ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 13, D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196.

In osservanza al D.Lgs. 30 giugno 2003 n.196 (Testo unico privacy)

Torna al Menù della Pagina 
I.N.S.E.U."
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Pinterest Social Icon
  • Instagram Social Icon
Torna alla lettura
"Home Page"

Sito Web realizzato con wix.com. I Contenuti e l'organizzazione del Sito Web sono di esclusiva proprietà del Dott. Massimo Catalucci 

(il sito web è coperto da Copyright - legge 22/04/1941 nr. 633)

Via Savuto 31 - ARDEA - RM - 00040 - Tel.0689828350 - Cell.3289590875 - E-Mail: catalucci.massimo@alice.it - Account Skype: massimo.catalucci25
 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now